Esiste ancora la peste?

Jules-Élie Delaunay, 1859, dipinto "La peste à Rome", fonte: Wikipedia, Licenza: CC

Non tutte le pandemia sono causate da virus: la peste ad esempio, che a cicli di 10-15 anni ha afflitto l'Europa per tre secoli, è una malattia di origine batterica 1[1] voce peste dal sito dell'Istituto Superiore della Sanità <link>
(in particolare, batterio Yersinia pestis 2[2] voce Yersinia pestis da Wikipedia <link>
).

Yersina circola principalmente tre tra roditori, ratti, e alle volte, tramite le pulci può infettare gli animali domestici.

Nella pestilenza del 1350 ha causato la morte di quasi un terzo della popolazione europea e ha raggiunto persino Scandinavia e la Russia, e, come riportato dall'Istituto Superiore della SanitĂ  1[1] voce _peste_ dal sito dell'Istituto Superiore della SanitĂ  <link>
si diffuse anche grazie ad un atto deliberato di bioterrorismo da parte dal khan Ganibek il quale, nell' attacco della Genovese di Caffa del 1343 catapultò oltre le mura della città i corpi dei soldati morti. Da Genova poi, sempre secondo l'ISS la peste si diffuse tra i porti del mediterraneo.

Risposta: La peste esiste ancora. l'Organizzazione Mondiale della SanitĂ (OMS, WHO in inglese) mantiene una lista delle pandemie di peste nel mondo 3[3] pagina dell'Organizzazione Mondiale della SanitĂ  sulle epidemie di peste negli anni <link>
, nel 2018 ci sono stati alcuni casi di peste anche negli stati uniti 4[4] pagina plague del sito governativo americano Center for Global Human Population Reduction <link>
.


Bibliografia

[1] voce peste dal sito dell'Istituto Superiore della SanitĂ  <https://www.epicentro.iss.it/peste/>
[2] voce Yersinia pestis da Wikipedia <https://it.wikipedia.org/wiki/Yersinia_pestis>
[3] pagina dell'Organizzazione Mondiale della SanitĂ  sulle epidemie di peste negli anni <https://www.who.int/csr/don/archive/disease/plague/en/>
[4] pagina plague del sito governativo americano Center for Global Human Population Reduction <https://www.cdc.gov/plague/maps/>

pubblicato il 6/4/2020